A proposito di questa immagine: ixgwsy Facebook, tu sei pro o contro?

Nell’azienda in cui lavoro, ma penso che ciò accada in tutte le aziende del mondo, i miei colleghi si dividono in coloro che proprio non potrebbero mai rinunciare a Facebook, e coloro che non solo non sono presenti sul famoso Social Network, ma se ne guardano bene dall’esserci.

Tra coloro che sono “pro Facebook”, mi viene da pensare a Walter Giannò: per lui, come per me e tanti altri, Facebook è anche/sopratutto un mezzo di lavoro. Difficile immaginare Walter senza il suo profilo. Anche io, inizialmente contro Facebook, ora sono tra i “pro”: è un utile strumento che, se usato con le dovute cautele, riesce ad essere più di un semplice passatempo dedito al “cazzeggio“.

Di contro, invece, troviamo i “contrari” a Facebook: mi viene da pensare ad Alessio o a Filippo.
Loro sono contrari a Facebook, e se ne guardano bene dall’aprire un loro profilo: alla domanda “ma tu non sei su Facebook così ti aggiungo?” loro ti rispondono “ma anche no, e non intendo esserci!”

Insomma, sostanzialmente la suddivisione viaggia tra i “favorevoli” e i contrari.
Anche io, inizialmente, ero contrario a Facebook, e i miei amici possono tranquillamente testimoniarlo: tuttavia, ho capito che Facebook, come tante altre idee che viaggiano sul Web, ma non solo, va semplicemente “usato con la giusta moderazione”. Si, è sicuramente un utile passatempo, magari proprio per chiacchierare con gli amici durante le ore “buche”, o rilassarsi in pausa, ma diventa sicuramente importante nel momento in cui nasce la necessità di comunicare eventi, notizie, articoli o, più semplicemente, quando si vuole conoscere il parere degli amici oppure, e questo è uno degli usi più “frequenti”, quando si vuole passare un pò di tempo a “farsi i fatti degli altri”.

Facebook, non dimentichiamocene, può essere visto come il “curtìgghio 2.0“, come si dice da noi: un luogo (virtuale) in cui farci i fatti degli altri, commentando foto e video: la tentazione è forte, in fondo. Le foto sono li, con quel campo che ti invita a commentare. Resistere è davvero difficile!

E voi, siete pro o contro Facebook?